Introduzione

lucia-micarelliQuando si parla di violino non ci si può esimere dal pensare a Lucia Micarelli, classe ’83, nata da madre coreana e padre italo-americano. La Micarelli, seppur molto giovane, ha già al suo attivo 2 album solisti (è al lavoro sul terzo) e diverse collaborazioni con band del calibro dei Jethro Tull e l’orchestra Trans-Siberiana.

Da sempre le note musicali di Lucia sono andate verso un che di pop e rock. Nei suoi album la violinista ha sempre voluto interpretare grandi successi classici del passato, rimodernizzandoli un po’ e cercando di dargli un tocco di personalizzazione tale da renderli dei pezzi realmente unici. Il repertorio di Lucia va da canzoni tristi e lente fino a pezzi più veloci ed allegri, e qualunque sia la canzone da interpretare la violinista è riuscita a dare il meglio di sè.

Profonda conoscitrice delle sette note, anche grazie ad un background scolastico davvero eccellente (ha studiato presso la prestigiosa “Juilliard School of Music” e più tardi presso la “Manhattan School of Music“), la musica della Micarelli si riconosce a distanza.

Lucia Micarelli è impegnata, oggi, in tour che la portano in ogni parte del mondo, dagli States fino al Canada e al Giappone. Un elenco completo di date si può vedere sul suo sito ufficiale.

Nel corso della sua carriera Lucia ha preso parte anche alla colonna sonora di “League of Legends” in questo fantastico documentario dal titolo “Frequencies – The Music of League of Legends” (si trova attorno al minuto 28).

Per tutti coloro che desiderano ascoltare un violino suonato “come si deve”, Lucia Micarelli è l’artista da scegliere e da ascoltare. Tantissime le persone che si sono innamorate del suo modo di fare musica e del suo modo di interpretare canzoni note del passato, rivendendole, come detto prima, in chiave originale e quanto mai unica.

Una vera artista a tutto tondo, che possiamo riascoltare nei suoi due album (“Music From a Farther Room” e “Interlude“) nell’attesa dell’uscita del terzo grande successo.